FACCETTE IN CERAMICA, PORCELLANA E COMPOSITO

Pubblicato il 10/07/2018


Ho da sempre denti malformati, posso risolvere il mio problema con l’applicazione delle faccette in ceramica, porcellana e composito?

Sì, l’utilizzo di faccette dentali in presenza di denti anteriori con evidenti malformazioni è la soluzione migliore e più duratura per un sorriso piacevole e armonioso in quanto le faccette consentono di correggere sia la forma sia la posizione dei denti.

Un dente spezzato può essere risistemato con l’applicazione delle faccette dentali?
Il dente spezzato deve innanzi tutto essere curato e trattato in modo che la sua conservazione sia duratura nel tempo. In seguito è possibile applicare le faccette in ceramica per migliorare l’estetica e rinforzare la struttura del dente stesso.

Ho uno spazio troppo largo tra i denti davanti, posso ricorrere alle faccette in ceramica?
I diastemi (aumentati spazi tra i denti) possono essere facilmente risolti con l’applicazione delle faccette dentali che eliminano totalmente questo tipo di difetto in quanto possono modificare non solo il colore e la forma ma anche la posizione dei denti.

Soffro di bruxismo, posso ugualmente applicare le faccette in ceramica, porcellana e composito?
Sì, con le faccette dentali il sorriso ritorna perfetto e smagliante. Non bisogna però mai interrompere l’utilizzo degli specifici apparecchi (bite) per contrastare il bruxismo notturno.

Con l’applicazione delle faccette in ceramica, porcellana e composito non si rischia di indebolire i denti?
No, la preparazione del dente per l’applicazione delle faccette è estremamente conservativa ed è sempre mantenuta a livello della porzione più superficiale del dente, ovvero lo smalto, per consentire un’adesione ottimale delle faccette al dente.