Implantologia Torino senza bisturi

Pubblicato il 30/08/2018


Sinergie vincenti

Le diverse soluzioni implantari, compresa l’implantologia senza bisturi, sono state sperimentate ormai da anni presso gli studi dentistici del Dott. Massimo Cappella. Grazie a queste metodologie è stato possibile trattare, con grande competenza e con piena soddisfazione dei pazienti, casi differenti e, in molte circostanze, di difficile risoluzione. L’indiscussa professionalità dell’intero team va a creare una perfetta sinergia con l’eccellente qualità degli impianti utilizzati per l’implantologia senza bisturi. Molti di questi impianti sono dotati anche di superfici trattate nano tecnologicamente, perfette per favorire l’osteointegrazione. I risultati sono notevoli sia sotto il piano estetico sia sotto quello della funzionalità masticatoria.

Tecnologie d’avanguardia
Le tecnologie computer assistite, la cui importanza è stata registrata sia a livello diagnostico sia a quello chirurgico e protesico, ha aperto nuove frontiere all’implantologia senza bisturi. La possibilità, grazie all’apposito software 3D, di utilizzare i dati ottenuti per simulare a video l’intervento, consente di individuare i punti della bocca del paziente più idonei per il posizionamento degli impianti.
Attraverso la tecnologia cad/cam, la creazione di una mascherina chirurgica stereolitografica concede di rispettare le strutture anatomiche più delicate dei mascellari e consente di impiegare una metodologia mini invasiva che non richiede l’uso del bisturi.

I vantaggi dell’implantologia di nuova generazione
La mini invasività dell’intervento implantologia Torino senza bisturi, non necessità di incisioni sulla gengiva né di successivi punti di sutura, rientra fra i tanti e indiscussi vantaggi accordati dall’implantologia senza bisturi. Mentre l’implantologia tradizionale provocava nel paziente notevoli disagi, costringendolo a rinunciare per un lungo periodo alla propria vita sociale e lavorativa ora, grazie all’implantologia senza bisturi, il gonfiore e il dolore post operatori sono decisamente ridotti e le attività quotidiane possono essere immediatamente riprese. Anche la velocità del trattamento, così come il numero di sedute di gran lunga inferiore a quello necessario per portare a termine gli impianti a carico differito, contribuiscono ad aumentare il comfort del paziente. A operazione conclusa o, al massimo entro le 48 ore successive, il paziente sarà già in possesso di protesi provvisorie soddisfacenti sia in quanto a estetica sia in quanto a funzionalità masticatoria. La quasi totale assenza di effetti collaterali permetterà anche di ridurre o di evitare del tutto l’assunzione di farmaci.

La tecnica dell’intervento
Poter pianificare in modo ottimale l’intervento di implantologia grazie alla tecnica NobelGuide™ Simplant rappresenta il vero punto di forza dell’implantologia mini invasiva. Una TAC preliminare consente di valutare la possibilità di procedere all’intervento e di pianificarlo. In una fase immediatamente successiva, un programma 3D Nobel Guide o Simplan, di lunga sperimentazione, dà modo di creare una mascherina chirurgica di tipo stereo litografato e di guidare la fase chirurgica dell’intervento di implantologia senza bisturi. Grazie a questa tecnica il posizionamento degli impianti risulterà perfetto e verranno ridotti al minimo gli imprevisti. Infine, sempre utilizzando la tecnologia cad/cam, si passa alla fase di produzione della protesi provvisoria e di quella definitiva.
La tecnica Nobel Guide può essere utilizzata, salvo in casi particolari, per risolvere in modo veloce ed efficace la mancanza di uno più denti.